“Along the Shadow” by Saosin

di Elisa Susini

saosin along the shadow

C’era molto hype intorno ad Along the Shadow, il disco che sancisce il ritorno dei Saosin sulla scena, e la domanda che ci siamo posti un po’ tutti quanti era: “sarà all’altezza della band?”

La risposta, per fortuna, è evidente sin dai primi ascolti ed è un sì. Se con l’uscita del primo singolo, “The Silver Screen”, sembrava di ascoltare più una canzone dei Circa Survive che dei Saosin, nel resto dell’album invece l’essenza della band si fa subito sentire: “Ideology Is Theft”, “Racing Toward a Red Light” e “Count Back from TEN” riportano indietro nel tempo, con quelle chitarre possenti e i classici switch vocali di Anthony Green, dalle urla al clean.

Non siamo più nel 2006, ai tempi del self-titled, o nel 2003, quando uscì l’amato “Translating the Name”, ma i Saosin hanno mantenuto la loro grinta e il tempo li ha fatti soltanto maturare. Fra gli altri pezzi notevoli ci sono anche la ultra melodica “Second Guesses” e “The Secret Meaning of Freedom”, forse il pezzo migliore dell’intero disco.

I Saosin hanno superato la prova del tempo a pieni voti, al massimo qualche brano potrebbe risultare un po’ in surplus, ma “Along the Shadow” è un ottimo lavoro che non può assolutamente deludere.

Voto: 4/5

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.